Archivio mensile:agosto 2014

Phalaenopsis lobbii

Phalaenopsis_lobbiiLa Phalaenopsis lobbii è una specie monopodiale di piccole dimensioni, proveniente dall’India, dall’Himalaya orientale, Bhutan, Birmania e Vietnam. In natura cresce nei boschi umidi in pianura o mezza-montagna, ad un’altitudine di 360-1200 metri. Le sue foglie arrivano a 12 cm in lunghezza e circa 5-6 cm in larghezza.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Phalaenopsis amboinensis

Phalaenopsis_amboinensisQuesta Phalaenopsis è originaria dell’Isola di Ambon, Sulawesi, Indonesia e Papua Nuova Guinea. Cresce in ombra sugli alberi nei boschi umidi ad un’altitudine di 0-400 metri. È un’orchidea monopodiale, di medie / medio-grandi dimensioni, con le foglie che arrivano a 25-30 cm in lunghezza.

Leggi il resto di questa voce

Epidendrum porpax

La Epidendrum porpax proviene dal Messico, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Costa Rica, Panama, Colombia, Venezuela, Brasile, Bolivia, Ecuador e Perù. Il suo habitat naturale sono i boschi montani, dove cresce su alberi ad un’altitudine di 400-1800 metri. Il suo aspetto è uguale a quello della Epidendrum peperomia, infatti per molti queste due specie sono sinonime. Però, negli anni 2000 Eric Hàgsater, il botanico messicano e l’autorità mondiale nel genere Epidendrum, ha indicato l’unica differenza tra di loro: la forma dei fiori. Nella Epi. peperomia il labbro del fiore è arrotondato, più largo che lungo, mentre nella Epi. porpax è più lungo che largo, con le margini più irregolari. In più, la Epi. peperomia si trova solo in Colombia e Venezuela.

Epidendrum_porpax

Classificazione

Famiglia: Orchidaceae    Sottofamiglia: Epidendroideae    Tribù: Epidendreae   Sottotribù: Laeliinae   Genere: Epidendrum    Specie: Epi. porpax

Coltivazione

Le informazioni sulla coltivazione di questa specie coincidono con quelle per la Epidendrum peperomia, che si trovano qui: Epidendrum peperomia. L’unico dettaglio leggermente diverso è la temperatura: la Epidendrum porpax accetta qualche grado in più nelle temperature diurne e notturne estive.

Epidendrum peperomia

Epidendrum_peperomiaQuesta piccola specie proviene dalla Colombia e dal Venezuela. Il suo habitat naturale sono i boschi di pini e querce, dove cresce sugli alberi ad un’altitudine di 600-2700 metri. Ha un aspetto molto esotico: consiste in piccoli steli struscianti lunghi fino a 8 cm, che portano foglie alternate. Con il tempo forma ammassi rotondi molto decorativi, specialmente nei periodi di fioriture, quando vengono ricoperti di fiori.

Leggi il resto di questa voce

Epidendrum cristatum

Epidendrum_cristatumLa Epidendrum cristatum si trova in un vasto numero di paesi nord- e sudamericani: Messico, Guatemala, Belize, Honduras, Nicaragua, Panama, Costa Rica, Ecuador, Peru, Brasile, Bolivia, Suriname, Venezuela e Trinidad. Cresce sugli alberi nei boschi tropicali, oppure come un’orchidea semi-terrestre in zone esposte al sole ad un’altitudine di 400-2000 metri. Come molte Epidendrum, è una specie abbastanza grande, i suoi steli arrivano a 90 cm in lunghezza.

Leggi il resto di questa voce

Epidendrum pseudepidendrum

Epidendrum_pseudepidendrumQuesta specie è originaria dei boschi umidi tropicali del Panama e del Costa Rica, dove cresce ad un’altitudine di 400-2000 metri. È molto nota per il colore verde acceso dei fiori, ed è presente in molte collezioni. È un’orchidea di dimensioni piuttosto grandi; i suoi steli eretti (come tutte le Epidendrum, non è composta da pseudobulbi ma da steli ricoperti di foglie) possono arrivare a 150 cm. In coltivazione ovviamente hanno la lunghezza più ridotta.

Leggi il resto di questa voce

Il genere Epidendrum

Epidendrum_cristatumÈ uno dei generi più ampi, che attualmente raggruppa più di 1,100 specie, e specie nuove continuano ad essere aggiunte alla sua lista. È curioso che all’inizio il genere Epidendrum consisteva di tutte le specie di orchidee che erano conosciute: nel 1763 Carl Linnaeus, il famosissimo botanico e zoologo svedese, ha dato il nome Epidendrum (che in greco sarebbe Epidendron, “su alberi”) a tutte le orchidee epifitiche scoperte fino a allora. Adesso, ovviamente, è basato soltanto sulle somiglianze morfologiche tra le specie che lo costituiscono. 🙂

Leggi il resto di questa voce

Catasetum incurvum

È proveniente dal Perù; alcuni esemplari sono anche stati trovati in Ecuador e in Brasile. Cresce in foreste tropicali in zone luminose, esposte al sole, ad un’altitudine di 100-1700 metri. È una specie abbastanza grande; gli pseudobulbi possono raggiungere 25 cm in altezza, e le foglie 45. È abbastanza rara in commercio e in coltivazione, il ché è un vero peccato visto quanto è appariscente. Come in tutte le Catasetum, i fiori possono essere maschili o femminili, a seconda delle condizioni di coltivazione.

Prima di procedere al resto dell’articolo, è importante leggere i dettagli sul genere Catasetum.

Leggi il resto di questa voce

Perchè l’acqua è così importante

Come tutte le piante, le orchidee utilizzano l’acqua con sostanze nutritive dissolte come fonte di nutrizione indispensabile per la crescita. L’acqua viene assorbita dalle radici e portata alle foglie dove, durante la fotosintesi, assieme all’energia della luce solare partecipa in certe reazioni chimiche, in cui vengono prodotti il glucosio, le proteine e altri elementi che costituiscono le nuove cellule. Vediamo come accade.

Leggi il resto di questa voce

A cosa serve l’umidità d’aria

L’umidità d’aria sufficientemente alta è indispensabile per la crescita di orchidee: solo grazie a lei avviene la “respirazione” di queste meravigliose piante. Ogni foglia ospita migliaia di piccoli pori (come la pelle umana), adibiti allo scambio di gas. Quelli che si trovano sulla parte inferiore della foglia assorbono l’aria e l’umidità, quelli sulla parte superiore le espellono. Adesso guardiamo cosa succede con l’umidità d’aria troppo bassa.

Leggi il resto di questa voce