Archivi categoria: Generi di orchidee

Il genere Restrepia

Personalmente sono molto affezionata a questo genere: sono orchidee molto appariscenti e facili da coltivare. 😊 E’ un genere di 49 specie, fa parte delle Pleurothallidinae, per cui troveremo certe somiglianze per quanto riguarda l’aspetto e le condizioni di coltivazione a quelli delle Pleurothallis. In natura le Restrepie si trovano in America Centrale e Sudamerica, da Messico a Bolivia; tante specie comunque provengono dalla Colombia e dal Venezuela. Crescono principalmente come epifite (alcune come litofite) nelle umide foreste montane. Sono simpodiali, non hanno gli pseudobulbi ma steli, ognuno riportante una foglia. Le infiorescenze escono dalla base delle foglie; ogni stelo può rifiorire più volte ma l’infiorescenza produce solo un fiore dopodiché si secca (se il fiore non è stato impollinato). Sono molto generose con i fiori e se sono coltivate sotto le giuste condizioni, possono rimanere fiorite quasi tutto l’anno.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Il genere Pleione

PleioneIl genere Pleione raggruppa circa 20 specie di piccole orchidee montane, in generale terrestri (occasionalmente litofite), provenienti dall’Asia (India, Cina, Tibet, Nepal, Birmania, Laos, Tailandia, Bangladesh, Bhutan). Le orchidee sono composte da piccoli pseudobulbi che vivono solo per 1 anno, producendone altri che l’anno successivo continueranno il ciclo. Le specie di questo genere sono principalmente le piante da clima intermedio / intermedio-freddo, e patiscono le temperature che superano +26°C.

Per avere successo con la coltivazione delle Pleione, è importante sapere le particolarità del loro ciclo vegetativo annuale, che sarà descritto in dettagli in questo articolo. 🙂

Leggi il resto di questa voce

Il genere Epidendrum

Epidendrum_cristatumÈ uno dei generi più ampi, che attualmente raggruppa più di 1,100 specie, e specie nuove continuano ad essere aggiunte alla sua lista. È curioso che all’inizio il genere Epidendrum consisteva di tutte le specie di orchidee che erano conosciute: nel 1763 Carl Linnaeus, il famosissimo botanico e zoologo svedese, ha dato il nome Epidendrum (che in greco sarebbe Epidendron, “su alberi”) a tutte le orchidee epifitiche scoperte fino a allora. Adesso, ovviamente, è basato soltanto sulle somiglianze morfologiche tra le specie che lo costituiscono. 🙂

Leggi il resto di questa voce

Il genere Catasetum

Catasetum_maculatumClassificazione

Famiglia: Orchidaceae   Sottofamiglia: Epidendroideae    Tribù: Cymbidieae    Sottotribù: Catasetinae      Genere: Catasetum  (Ctsm.)

Descrizione

Il genere Catasetum attualmente raggruppa 166 specie provenienti dal Sud America (Brazile, Bolivia, Perù, Ecuador, Venezuela, Colombia). Le Catasetum sono le orchidee epifite, simpodiali, decidue, di dimensioni imponenti, con stupende fioriture. I loro pseudobulbi sono alti e abbastanza larghi, come forma assomigliano ad una carota a testa in giù. Le Catasetum sono famose in coltivazione, in particolare perché i loro fiori sono unisessuali: a seconda delle condizioni vengono sviluppati i fiori maschili o femminili. Molto raramente i fiori maschili e femminili possono svilupparsi sulla stessa pianta, di solito le infiorescenze sono omogenee.

Leggi il resto di questa voce