Aerangis citrata

Aerangis_citrataÈ una delle Aerangis più diffuse in coltivazione. Siamo in tanti che abbiamo una debolezza per questa piccola specie che ci regala fioriture abbondanti e profumate. Proviene dal Madagascar orientale, dove cresce come epifita sugli alberi lungo i fiumi o vicino alle cascate ad un’altitudine di 0-1500 metri. Come tutte le Aerangis è monopodiale; le sue foglie arrivano al massimo a 15 cm di lunghezza.

Classificazione

Famiglia: Orchidaceae   Sottofamiglia: Epidendroideae   Tribù: Vandeae   Sottotribù: Angraecinae    Genere: Aerangis     Specie: Aergs. citrata

Ciclo vegetativo

La Aerangis citrata ha il periodo di crescita (da marzo ad ottobre) e quello di riposo (i mesi invernali). L’ultimo è caratterizzato da temperature più basse (guarda la sezione Temperatura di questo articolo) e da quantità d’acqua più ridotte: l’orchidea (se è coltivata in vaso) deve rimanere all’asciutto per 4-5 giorni tra una bagnatura e l’altra. Gli esemplari su zattera si trattano un po’ diversamente: si vaporizzano leggermente al mattino ogni 2 giorni. L’umidità dell’aria in questo periodo comunque deve essere di 70%. Se l’orchidea inizia a mostrare segni di stress, si aumentano le bagnature. Il periodo di riposo finisce alla fine di febbraio, ed insieme alla crescita di temperature diventano più frequenti anche le bagnature.

Collocamento

Io consiglio di coltivare la Aerangis citrata su zattera senza sfagno sotto le radici, se è collocata all’interno di un orchidario. Altrimenti lo sfagno si mette intorno alle radici (senza toccarle però), e in questo modo innalza l’umidità. Volendo la si può anche coltivare in un basket con la corteccia di medie dimensioni (2-3 cm) come substrato. Il substrato e il vaso devono favorire l’accesso libero dell’aria alle radici, altrimenti c’è un rischio elevato del marciume.

Non è una specie da tenere all’aperto.

Temperatura

Estate: +27-28°C di giorno e +18°C di notte.

Inverno: +21-22°C di giorno e +11-12°C di notte.

Luce

10000-14000 lux. La Aerangis citrata patisce l’intensità elevata di luce e di conseguenza blocca la sua crescita. Il fotoperiodo ideale è di 12 ore.

Umidità

70-80%.

Bagnatura

Le bagnature sono regolari e abbondanti durante la fase di crescita. La Aerangis citrata si bagna appena il substrato si è asciugato quasi completamente o, se si tratta di una zattera, quotidianamente o anche due volte al giorno nei periodi più caldi. In inverno è necessario lasciare l’orchidea all’asciutto per più tempo tra una bagnatura e l’altra: 4-5 giorni per piante in vaso e 2 giorni per quelle a radice nuda.

Concime

Si usa 1/4 (1/8 per le orchidee su zattera) della dose indicata sul flacone di un apposito concime liquido per le orchidee. L’orchidea si concima 1 volta al mese durante il periodo di crescita. In inverno invece le concimazioni si sospendono.

Fioritura

Il picco delle sue fioriture è la primavera. Le infiorescenze si sviluppano dalle ascelle tra le foglie e raggiungono 40 cm in lunghezza. Ogni infiorescenza porta fino a 30 fiori di circa 2 cm in diametro. I fiori profumano di limone. I fiori si aprono uno dopo l’altro; l’apertura di tutti i fiori può impiegare diverse settimane.

Dove comprarla

Attualmente si trova nel catalogo di Nardotto e Capello (vai alla sezione Link utili) e anche altri venditori italiani e europei.

 

Annunci

Pubblicato il 21 giugno 2016, in Orchidee botaniche, Schede orchidee con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: