Aerangis punctata

Aerangis_punctataQuesta rara miniatura monopodiale è endemica delle isole di Madagascar e Réunion. Cresce all’ombra sugli alberi nelle foreste montane ad un’altitudine di 900-1400 metri. È una pianta di piccolissime dimensioni, le sue foglioline raggiungono soltanto 3.5 cm in lunghezza. Non è una specie decidua.

Classificazione

Famiglia: Orchidaceae   Sottofamiglia: Epidendroideae   Tribù: Vandeae   Sottotribù: Angraecinae    Genere: Aerangis     Specie: Aergs. punctata

Ciclo vegetativo

Il successo in coltivazione con la Aerangis punctata dipende molto da come si rispetta il suo ciclo vegetativo. In natura ha due distinti periodi: quello di crescita, e quello di riposo, condizionati dal clima. Da aprile a settembre le piogge sono molto frequenti e le temperature sono alte, e l’orchidea ne usufruisce per crescere in modo molto attivo, quindi ha la fase di crescita. A ottobre-novembre la disponibilità dell’acqua piovana cala drasticamente perché inizia il periodo di siccità, che dura fino a metà febbraio-marzo. In questo periodo le temperature si abbassano, e l’umidità arriva solo dalle nebbie e rugiade. La pianta entra nella fase di riposo, caratterizzata dall’assenza di crescita, che ricomincia poi in primavera con l’arrivo della stagione piovosa. In coltivazione questi due periodi devono essere rigorosamente rispettati, altrimenti la Aerangis punctata non fiorirà e dopo alcuni anni si consumerà fino alla morte.

Collocamento

Il modo migliore di coltivare questa specie è a radice nuda, mettendo un po’ di sfagno intorno alle sue radici se la pianta viene tenuta sul davanzale, ed evitandolo se è coltivata dentro un orchidario. Se l’umidità dell’aria supera il 65%, lo sfagno porterà ai marciumi radicali. È anche possibile coltivarla in vaso, seguendo alcune precauzioni: come vaso bisogna scegliere solo un basket, e come substrato la corteccia di medio-grandi dimensioni (3-5 cm). In questo modo le radici della Aerangis punctata avranno l’aria in sufficienza e i marciumi saranno evitati.

Non ama ambienti instabili per quanto riguarda luce / umidità d’aria, perciò non si coltiva all’aperto.

Temperatura

Si può descrivere le sue necessità come quelle da serra intermedio-calda. In primavera / estate / primo autunno le temperature sono di +23-25°C di giorno e +15-16°C di notte, mentre durante la fase di riposo scendono fino a +20-22°C di giorno e +10-11°C di notte.

Umidità d’aria

Il tasso d’umidità non deve mai scendere sotto il 65% se la Aegangis punctata è a radice nuda. Se viene coltivata in vaso, si adatta bene anche a 55-60%.

Luce

Non ama molta luce. Necessita di 12000-18000 lux, il sole diretto deve sempre essere schermato. Il fotoperiodo è di 13-14 ore nella fase di crescita e circa 11 ore nella fase di riposo.

Bagnatura e riposo

L’intensità delle bagnature dipende direttamente dal suo ciclo vegetativo. Durante la fase di crescita la Aerangis punctata si bagna regolarmente, con tanta attenzione a non lasciare i ristagni d’acqua tra le ascelle delle foglie. Le radici devono asciugarsi completamente tra una bagnatura e l’altra, ma la pianta non deve rimanere asciutta per più di un giorno. Gli esemplari a radice nuda si bagnano ogni giorno, se sono collocate fuori dall’orchidario anche due volte al giorno. A metà ottobre le bagnature cominciano a ridursi (assieme alle temperature) per arrivare a lasciare il substrato completamente asciutto per 7-10 giorni (5-6 giorni per piante a radice nuda) tra una bagnatura e l’altra. Devono essere presenti però le vaporizzazioni leggerissime mattutine, perché in natura l’orchidea trae l’umidità dalle nebbie e dalle rugiade. Le bagnature si aumentano un po’ se la pianta inizia a mostrare i segni di stress: il raggrinzimento delle foglie o la seccatura delle radici. Questo periodo di siccità finisce a metà febbraio: le temperature si aumentano gradualmente, le bagnature ritornano ai livelli estivi e il fotoperiodo si prolunga fino alle solite 13-14 ore.

Concime

La Aerangis punctata si concima ogni 3 bagnature (ma non più di 1 volta alla settimana), con 1/4 della dose indicata sul flacone di un apposito fertilizzante liquido per le orchidee. Per le piante a radice nuda si aggiunge 1/8 della dose all’acqua delle bagnature 1 volta alla settimana. Le concimazioni avvengono solo durante il periodo di crescita, e si sospendono del tutto nella fase di riposo.

Fioritura

Questa specie fiorisce in estate. Le infiorescenze si sviluppano da sotto le foglie e raggiungono fino a 5 cm in lunghezza, portando 1, più raramente 2-3 fiori. I fiori sono grandi rispetto al resto della pianta e arrivano a 4 cm in diametro.

Se non è stato rispettato il periodo di riposo invernale, la Aerangis punctata salterà le fioriture durante la nuova stagione.

Dove comprarla

Ora è disponibile da Elsner Orchideen (vai alla sezione Link utili).

Annunci

Pubblicato il 26 novembre 2014, in Orchidee botaniche, Orchidee miniatura, Schede orchidee con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Ottima scheda e pianta spettacolare!.. appena riesco la riprendo e seguirò le tue note.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: