Chiloschista usneoides

Chiloschista_usneoidesIl genere Chiloschista raggruppa le specie monopodiali molto curiose per quanto riguarda il loro modo di sviluppo: per la maggior parte della loro vita sono afille (senza foglie), sviluppando 1 o 2 foglioline sottili solo nel periodo di crescita attiva d’estate, quando i livelli d’umidità sono alti. Dopo alcuni mesi le foglioline cadono. Per il resto del tempo le piante sono ammassi di radici con un cortissimo stelo al centro. Le radici svolgono un ruolo molto importante nella vita di queste orchidee: è proprio lì che avviene la fotosintesi e si accumulano le sostanze nutritive.

La Chiloschista usneoides è originaria dell’Himalaya orientali, occidentali e settentrionali, ma si trova anche in Tailandia. È una specie epifita, occasionalmente anche litofita, di piccole dimensioni, che cresce nei boschi sugli alberi oppure sulle rocce ad un’altitudine di 1600-1700 metri. Ha la struttura simile alle altre specie del suo genere: è un nodo di radici carnose, nel periodo primaverile-estivo si possono (ma non sempre) sviluppare 1 o 2 foglioline sottili dal piccolo stelino al centro. Dallo stesso stelino si sviluppano anche le infiorescenze.

Classificazione

Famiglia: Orchidaceae   Sottofamiglia: Epidendroideae   Tribù: Vandeae   Sottotribù: Aeridinae    Genere: Chiloschista     Specie: Chsch. usneoides

Collocamento

Le radici della Chiloschista usneoides devono essere esposte alla luce, quindi l’unico modo valido di coltivarla è a radice nuda. Le Chiloschiste amano superfici lisce, perciò la scelta migliore sono le zattere di tronchi lisci (no sughero). Un altro modo ingegnoso che ho visto e di sistemare la pianta su un vaso di cotto capovolto, come si vede nella foto.

Chilo_vaso

Le Chiloschiste non amano essere portate all’aperto, perché nel periodo primaverile-estivo gradiscono i livelli d’umidità molto più alti di quelli che ci sono all’esterno.

Temperatura

Nelle zone dell’Himalaya dove cresce questa specie le temperature notturne invernali possono scendere anche fino a +5-7°C, ma visto che si trova anche in Tailandia, è chiaro che in coltivazione si può adattare anche a temperature più alte. Infatti, i coltivatori più fortunati la tengono nelle condizioni intermedie. Le temperature ideali estive sono di +23-24°C (al massimo +26°C) di giorno e +17-19°C di notte, mentre in inverno devono essere più basse: +16-17°C di giorno e +11-12°C di notte.

Umidità d’aria

La Chiloschista usneoides necessita di 85-95% di umidità nel periodo da marzo a novembre, e di 80% circa nel resto dell’anno. Per questo motivo è una specie che si coltiva principalmente in orchidari.

Luce

Ama la luce, ma il sole diretto deve essere schermato. L’intensità di luce deve essere pari a 14000-19000 lux. Il fotoperiodo è di 12 ore.

Bagnatura e riposo

Dalla fine di febbraio all’inizio di novembre la Chiloschista usneoides si bagna abbondantemente e frequentemente, appena le radici diventano asciutte. A novembre comincia il periodo transitivo, quando le bagnature si riducono da 2-3 al giorno a 1 al giorno e le temperature si abbassano. A dicembre inizia la fase di riposo. Le bagnature avvengono 1 volta ogni 3 giorni, le temperature sono su +16-17°C di giorno e +11-12°C di notte, le concimazioni si sospendono. Se le radici cominciano a raggrinzirsi, bisogna aumentare un po’ la frequenza di bagnature. Più o meno verso la metà / la fine di gennaio cominciano a spuntare le infiorescenze. In questo periodo bisogna aumentare un po’ le bagnature e lasciare l’orchidea asciutta solo 1 giorno tra una bagnatura e l’altra. Il riposo finisce più o meno alla fine di febbraio, quando la pianta comincia a sviluppare le infiorescenze in pieno. In questo periodo bisogna innalzare gradualmente le temperature e ricominciare con le bagnature frequenti.

Concime

La Chiloschista usneoides si concima solo da marzo alla fine di ottobre, 1 volta alla settimana, aggiungendo 1/8 della dose indicata sul flacone di un apposito fertilizzante liquido per le orchidee all’acqua di bagnature.

Fioritura

Fiorisce principalmente nel periodo primaverile con 1, alle volte 2 infiorescenze che portano da 5 a 12 fiori di 1.3 cm in diametro. I fiori sono leggermente profumati. Le fioriture vengono stimolate dal riposo invernale.

Dove comprarla

Attualmente è disponibile da Schwerter Orchideenzucht, un rivenditore tedesco (vai alla sezione Link utili).

Annunci

Pubblicato il 25 settembre 2014, in Orchidee botaniche, Orchidee miniatura, Schede orchidee con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: