Bifrenaria tetragona

La Bifrenaria tetragona è una curiosissima specie litofita endemica delle foreste montane sulla costa sud-orientale del Brasile. Il suo habitat sono le rocce esposte al sole, dove lei può crescere grazie alle sue radici che penetrano le cavità. L’altezza a cui si trova è di 300-1200 metri, quindi ci sono gli sbalzi di 6-7°C tra le temperature di giorno e quelle di notte. Questa specie simpodiale ha le dimensioni medie / medio-grandi, e i suoi fiori sono una vera particolarità: si sviluppano sugli steli cortissimi dalla base dei pseudobulbi, e danno l’impressione di crescere dalla terra. 🙂

Classificazione

Famiglia: Orchidaceae Sottofamiglia: Epidendroideae Tribù: Maxillarieae Sottotribù: Bifrenariinae    Genere: Bifrenaria     Specie: Bif. tetragona

Collocamento

La Bifrenaria tetragona può essere collocata sia in vaso, sia a radice nuda, ma viste le sue dimensioni, un vaso è più pratico. Come substrato si può utilizzare la corteccia di pino di medie dimensioni. Collocandola su una zattera non dimentichiamo di mettere un po’ di sfagno sotto le sue radici.
Questa orchidea non ama assolutamente i travasi. Si travasa solo quando è veramente necessario (ad esempio, il substrato si è “invecchiato” e cominciato a decomporsi, il ché capita ogni 3-4 anni, oppure si sono verificati i problemi alle radici), facendo attenzione a non danneggiare possibilmente le radici. Effettuando le divisioni della pianta madre, bisogna lasciare minimo 5 pseudobulbi per divisione.
Nel periodo quando le temperature notturne stanno sopra i 18°C, consiglio di portare la Bifrenaria tetragona all’aperto, posizionandola in un posto protetto dai venti forti e dalle piogge. Per quanto riguarda il sole diretto, però, la protezione serve solo nelle ore più calde (dalle 12 alle 14), per il resto della giornata la Bifrenaria può tranquillamente tollerare il sole diretto, con benefici notevoli al suo sviluppo.

Luce

Questa specie ha bisogno dell’intensità della luce molto alta: da 40000 a 60000 lux. 4-5 ore al giorno del sole diretto sono quasi indispensabili, altrimenti bisogna fornirla con l’illuminazione artificiale. Il fotoperiodo deve essere di 12-14 ore.

Umidità dell’aria

Essendo coltivata in vaso, non ha bisogno di umidità elevata, e vanno bene i soliti 50-55%. Nel caso della zattera il discorso cambia, e i valori necessari dell’umidità dell’aria sono 75-80%.

Temperatura

La Bifrenaria tetragona è una specie da serra intermedio-calda. Le temperature estive consigliate sono di 25-27°C di giorno e 19-20°C di notte, mentre in inverno si abbassano a 21-22°C di giorno e 14-16°C di notte.

Bagnatura

Durante il periodo di crescita (da marzo a novembre) la Bifrenaria tetragona si bagna quando il substrato si è asciugato bene ma non è ancora diventato completamente asciutto. Bisogna evitare che l’acqua rimanga sui germogli dei pseudobulbi nuovi, perché potrebbe provocare il loro marciume. Da novembre a marzo questa specie dovrebbe essere sottoposta ad un certo periodo di riposo con le temperature più basse e le bagnature sostituite con le spruzzature del substrato piuttosto leggere 1 volta ogni 7 giorni. L’umidità dell’aria durante questo periodo deve essere di 70-80%, la luce di 35000-40000 lux, e il fotoperiodo di 11 ore. Appena si vedono i germogli dei nuovi pseudobulbi o steli floreali, dobbiamo ricominciare le bagnature e innalzare gradualmente le temperature.
Per sapere di più su come bagnare un’orchidea, visitate la sezione Tecniche di coltivazione di questo blog.

Concime

Questa specie si concima con 1/4 della dose indicata sul flacone di un apposito concime liquido per le orchidee. Verso la maturazione dei pseudobulbi giovani e l’inizio del periodo di riposo (cioè, più o meno a settembre), consiglio di concimarla con un fertilizzante che contiene più fosforo dell’azoto. Il fosforo accumulato nei pseudobulbi prima del periodo invernale spingerà l’orchidea a fiorire dopo il periodo di riposo. Durante il periodo di riposo l’orchidea non si concima.
La procedura di come concimare un’orchidea è descritta nella sezione Tecniche di coltivazione di questo blog.

Fioritura

La Bifrenaria tetragona fiorisce nel periodo dalla fine di inverno all’inizio di estate, dagli ultimi pseudobulbi formati prima del periodo di riposo. Ogni stelo floreale porta 3-4 fiori di circa 5 cm in diametro. I fiori hanno un odore strano, poco gradevole, ma per fortuna non forte. 🙂

Dove comprarla

Per ora si trova solo da Schwerter Orchideenzucht, un rivenditore tedesco.

Annunci

Pubblicato il 4 aprile 2014, in Orchidee botaniche, Schede orchidee con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: