Stanhopea tigrina

Anche se adesso mi concentro decisamente sulle miniature, la Stanhopea tigrina rimane una di quelle specie di dimensioni ‘normali’ che mi affascinano lo stesso. 🙂 Anni fa ho avuto un esemplare di questa specie che poi ho dovuto regalare ad un collezionista per questioni di spazio, ma mi sono promessa di prenderne un altro prima o poi.

È una specie un po’ complicata: è relativamente facile farla crescere ed aumentare di massa, ma molto difficile ricreare le condizioni giuste per stimolare la sua fioritura. In questo articolo cercherò di fornire le indicazioni necessarie per vederla fiorita. 🙂

La Stanhopea tigrina è originaria del Messico. Cresce nei boschi fitti ed umidi ad un’altitudine di 1000-2000 metri. È una specie epifita, simpodiale, composta da pseudobulbi fino a 5 cm in altezza, ognuno di cui porta una foglia di circa 15-30cm in lunghezza.

Ciclo vegetativo

È vitale seguire correttamente le sue fasi di sviluppo per ottenere le sue future fioriture. Il periodo ‘secco’ nel suo habitat naturale è abbastanza lungo: 5-6 mesi; perciò il periodo di riposo dell’orchidea deve avere esattamente quella durata (quindi iniziare a novembre e procedere fino a marzo compreso). In pratica però il problema non è il rispetto del periodo di riposo in sé, quanto l’orchidea stessa. 🙂 Date le condizioni giuste, la Stanhopea tigrina ha una crescita molto attiva ed è in grado di produrre crescite nuove di continuo. Se la mettiamo a riposo mentre è in crescita, gli pseudobulbi che si formeranno (ormai nella stagione successiva) saranno sterili, cioè non in grado di fiorire. Quindi siamo costretti a tenerla d’occhio (specialmente verso l’inizio dell’autunno), e appena si vede che gli pseudobulbi della stagione attuale hanno raggiunto la maturità, iniziamo a ridurre l’acqua e l’intensità di luce per evitare che la pianta si rimetta sulla via di crescita. Comunque, da una come me che ha coltivato questa Stanhopea, posso garantire che ogni tanto l’orchidea sarà più furba di noi e riuscirà ad emettere qualche germoglio prima che noi ci decidiamo di iniziare il ‘peggioramento’ delle condizioni. 🙂 In questo caso manteniamo le condizioni di crescita e saltiamo il riposo.

Collocamento

Le infiorescenze della Stanhopea tigrina crescono verso il basso, per cui il modo migliore di collocarla è su zattera, tenendo presente che è una specie che si espande rapidamente, quindi la zattera deve essere sufficientemente grande per contenere anche un certo numero di crescite future. Si mette uno strato di sfagno sopra le radici per garantire una riserva d’umidità. Se si sceglie comunque la coltivazione in un vaso, il esso deve essere un basket con un substrato molto aperto e ‘soffice’ (sfagno a fibra lunga), altrimenti le eventuali infiorescenze rimarranno bloccate dentro.

Temperatura

Estate: +25-27°C di giorno e +14-16°C di notte

Inverno: +20-21°C di giorno e +11-12°C di notte

Umidità d’aria

Estate: 70-75%

Inverno: 50-60%

Luce

25000 lux. Il fotoperiodo consigliato è 13 ore d’estate e 10 ore d’inverno.

Bagnatura

Durante il periodo di crescita la Stanhopea tigrina si bagna frequentemente (2 volte al giorno nei periodi più caldi, se la pianta è collocata su una zattera) , ma le radici devono poter asciugarsi in fretta dopo la bagnatura. Quando gli pseudobulbi sono maturati, riduciamo l’acqua per arrivare ad 1 leggera bagnatura ogni 7-10 giorni più vaporizzazioni quotidiane molto leggere. Il periodo di riposo dura 5 mesi. Per l’ultimo mese di riposo, però, l’orchidea non deve essere bagnata del tutto: manteniamo solo le vaporizzazioni quotidiane. Con questa specie vale la regola comune: durante il riposo si aumentano le quantità d’acqua se gli pseudobulbi presentano segni di eccessivo raggrinzimento.

Concime

Questa specie si concima solo durante il periodo di crescita aggiungendo 1/4 – 1/6 della dose indicata sul flacone di un apposito fertilizzante liquido per le orchidee all’acqua di bagnature 1 volta ogni 7-10 giorni.

Fioritura

Le infiorescenze crescono molto velocemente e raggiugono fino a 28cm in lunghezza e portano da 3-10 fiori molto profumati di circa 10-15 cm in diametro. I fiori (purtroppo!) hanno una vita di pochi giorni.

Dove comprarla

Non è difficile da trovare; attualmente è disponibile nei cataloghi di Elsner ed alcuni altri rivenditori tedeschi (vai alla sezione Link utili).

Annunci

Pubblicato il 16 aprile 2018, in Orchidee botaniche, Schede orchidee con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: